NewsTesto
  
  
  
  
  
  
Magagni, Presidente di Iccrea: “Vogliamo continuare a fare la differenza, nel panorama bancario italiano, mantenendo saldi i nostri principi di mutualismo e cooperazione”. Rubattu, Direttore Generale di Iccrea: “Saremo pronti con l’istanza entro dicembre.

Il Gruppo bancario cooperativo targato Iccrea Banca prende forma. Oggi, all'incontro organizzato a Milano con le Banche di Credito Cooperativo che hanno preaderito al Gruppo Bancario Cooperativo progettato da Iccrea, alla presenza di esponenti della BCE e della Banca d'Italia, sono stati condivisi lo stato dell'arte dei cantieri di lavoro per la costituzione del Gruppo Cooperativo e sono stati divulgati i numeri del futuro Gruppo aggiornati al 30 giugno 2017.

Davanti a più di 500 persone tra Presidenti di BCC e manager del Credito Cooperativo, i vertici del Gruppo Iccrea hanno presentato un Gruppo che, con le 154 BCC preaderenti (a seguito delle fusioni degli ultimi mesi), totalizzerà 2.593 sportelli in tutta Italia, posizionandosi come terzo gruppo bancario per numero di sportelli, e 20.600 collaboratori.

A livello di bilancio consolidato, il Gruppo avrà 148,4 miliardi di euro di attivi, posizionandosi come il quarto gruppo bancario in Italia, e un patrimonio di 12 miliardi di euro. Per quanto riguarda la raccolta diretta del Gruppo Bancario Cooperativo targato Iccrea, questa si attesterà sui 131,2 miliardi di euro, mentre gli impieghi a 91 miliardi di euro, con un CET1 Ratio del 15,2%, e un Total Capital Ratio il 15,6%.

"Il Gruppo Bancario Cooperativo targato Iccrea, che stiamo costruendo insieme a tutte le BCC che hanno aderito al progetto, vuole fare la differenza – ha detto Giulio Magagni, Presidente di Iccrea Banca – in un momento in cui il Paese ha un forte bisogno di banche che sappiano essere davvero vicine al territorio. Il nostro progetto coniuga l'esperienza del tutto unica del Credito Cooperativo con le esigenze industriali di un mercato bancario in rapida evoluzione".  

"Saremo la prima banca locale del Paese – ha aggiunto Leonardo Rubattu, Direttore Generale di Iccrea Banca – e abbiamo intenzione di rispettare i tempi e gli impegni presi con le Autorità di vigilanza italiana ed europea, con cui abbiamo avuto una continua e forte collaborazione. Ma questo risultato è anche frutto di uno straordinario esercizio di cooperazione, con il coinvolgimento di 800 collaboratori provenienti dalle varie realtà del Credito Cooperativo e la realizzazione di più di 200 incontri.

Saremo quindi pronti ad inviare entro dicembre prossimo l'istanza a Banca d'Italia e a essere operativi, secondo quanto previsto dalla norma, nel secondo semestre del 2018".


Scarica il Comunicato Stampa


Si19/10/2017Comunicato Stampa
  
Il percorso del Gruppo Bancario Cooperativo targato Iccrea continua spedito, e il 19 ottobre, al Palazzo del Ghiaccio di Milano, ci sarà un nuovo incontro con le BCC che hanno preaderito al Gruppo.


 

"Insieme costruiamo il nostro futuro. La Prima Banca Locale del Paese" è il titolo dell'evento, che vede partecipare tutte le 153 Banche di Credito Cooperativo che hanno sposato il progetto di Iccrea Banca, dove si farà il punto della situazione sui lavori sviluppati dai Cantieri di lavoro e si tracceranno i prossimi passi verso la costituzione formale del Gruppo Bancario Cooperativo.


Si16/10/2017News
  
L’obbligazione è a tasso fisso e di durata quinquennale.

Nell’ambito del programma EMTN da 3 miliardi di Euro, Iccrea Banca ha collocato un bond da 600 milioni di euro, a tasso fisso e di durata quinquennale, con un rendimento pari a 135 punti base sopra il tasso mid swap di pari scadenza. La nuova emissione paga un tasso fisso annuo dell’1,50% con un reoffer price a 99,59 a cui corrisponde un rendimento dell’1,586%.

A distanza di circa otto mesi dall’ultima emissione senior collocata sull’Euromercato, Iccrea Banca è tornata sul mercato finanziario internazionale con un nuovo bond Senior che anche in questa occasione ha riscosso un importante interesse presso una vasta platea di investitori istituzionali, sia italiani che esteri.

In un contesto di mercato caratterizzato da significativa volatilità riconducibile a fattori geopolitici, Iccrea Banca, con il supporto di Barclays, BNP Paribas, Mediobanca e Unicredit come joint book runners e di Banca Akros come co-dealer, è riuscita ad incontrare l’interesse di oltre 150 investitori istituzionali domestici (in cui si evidenzia anche il significativo contributo proveniente da 70 Banche di Credito Cooperativo, cui sono stati allocati € 200 milioni) e dai principali paesi europei (Austria, Benelux, Germania, Gran Bretagna, Spagna, Svizzera ecc.). A questi ultimi è stato allocato il 14% del totale in emissione.

Complessivamente sono stati raccolti ordini per oltre 900 milioni di euro, a fronte dei quali Iccrea Banca ha deciso di incrementare l’ammontare inizialmente previsto di 500 milioni di euro a 600 milioni. Il successo dell’operazione manifesta ancora una volta la visibilità e la dinamicità di Iccrea Banca quale intermediario di riferimento del Credito Cooperativo, a testimonianza del grado di affidabilità raggiunto nel contesto finanziario internazionale.


Scarica il Comunicato Stampa (pdf)

Si05/10/2017Comunicato Stampa
Tutte le news